Flickr Photo

User not found

Calendario

dicembre: 2012
L M M G V S D
« ott    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

About me

Un sito per condividere quello che imparo e confrontarmi con chi ne ha voglia!

nicola

SQL Express 2005 SP3: UpgradeAdvisor returned -1

Aggiornando una vecchia installazione d’appoggio ad un server BES mi sono trovato a dover passare dalla versione SQL Desktop Engine alla versione SQL 2005 SP3.
Nonostante l’operazione sia supportata da Microsoft il setup sistematicamente falliva riportando semplicemente un errore generico nella fase di analisi: UpgradeAdvisor returned -1

Per risolvere il problema è necessario copiare un file DLL che a quanto pare sembra nel percorso sbagliato.

Il file si chiama BPAClient.dll e va copiato dalla cartella C:\Program Files\Microsoft SQL Server\90\Setup Bootstrap\BPA\bin alla cartella C:\Program Files\Microsoft SQL Server\90\Setup Bootstrap\BPA\bin

Fatto questo rilanciate il setup e tutto dovrebbe andare a buon fine.

SQL 2008 R2: Errore installazione service pack

Di recente durante un aggiornamento di SQL 2008 R2 su un clutser Windows 2008 R2 mi è capitato che l’installazione fallisse per un errore relativo all’aggiornamento di un particolare file: perf-MSSQL10_50.MSSQLSERVER-sqlagtctr.dll

Dopo varie prove la la soluzione si è rivelata più semplice del previsto.
Dopo aver spostato le risorse cluster sull’altro nodo (oppure fermando i servizi se si è su un server singolo) ho rinominato il file c:\Program Files\Microsoft SQL Server\MSSQL10_50.MSSQLSERVER\MSSQL\Binn\DllTmp64\sqlagentctr100.dll come perf-MSSQL10_50.MSSQLSERVER-sqlagtctr.dll su una cartella temporanea, successivamente l’ho copiato in C:\Windows\system32 previo backup di quello già presente.

Fatto questo ho rilanciato il setup del service pack di SQL e tutto è andato a buon fine

Il dettaglio dell’errore lo trovate di seguito

File c:\Program Files\Microsoft SQL Server\MSSQL10_50.MSSQLSERVER\MSSQL\Binn\DllTmp64\sqlagentctr100.dll could not be copied to file path C:\Windows\system32\perf-MSSQL10_50.MSSQLSERVER-sqlagtctr.dll.

Vmware: AW0720 Failed to create the disk bitmap

I software di backup garantiscono la possibilità di eseguire dei backup “intelligenti” delle VM in esecuzione su vmware.
Per far questo utilizzano una funzionalità che permette di eseguire il backup dei soli blocchi modificati.
Questa funzionalità denominata CBT (Changed Block Tracking) utilizza un file con estensione .ctk
Se l’infrastruttura di virtualizzazione non è spenta correttamente (ad esempio mancanza di corrente) il file in questione si può corrompere e si rende necessario ricostruirlo.

Per far ciò in ambiente Vmware occorre seguire i seguenti passaggi:

  1. Spegnere la VM
  2. Aprire VCenter/Vsphere Client, pulsante destro sulla VM e quindi Edit Settings
  3. Selezionare il TAB Options, click su General sotto Advanced Settings
  4. Click Configuration – Parameters
  5. Cercare le voci relative al disco, ad esempio ide0:0ctkEnabled, ide0:1ctkEnabled, e impostare tutte le voci a False
  6. Salvare i cambiamenti
  7. Cancellare i file .ctk associati alla VM
  8. Accendere la VM

ADMT errore 800704f1

Lo strumento ADMT senza dubbio permette di gestire la migrazione di PC ed utenti tra domino in modo centralizzato rispamiando tempo e limitante le possibilità di errore.
Durante la procedura di migrazione di un PC dal dominio sorgente a quello di destinazione potrebbe apparire il seguente errore in console al momento del cambio di affiliazione:

ERR3:7075 Failed to change domain affiliation, hr=800704f1
The system detected a possible attempt to compromise security.
Please ensure that you can contact the server that authenticated you.

Questo con buona probabilità è dovuto alla mancanza di una patch sul computer da migrare.
Se infatti in rete avete installato dei RODC è necessaria la patch che potete trovare su questa pagina:
http://support.microsoft.com/default.aspx?scid=kb;EN-US;944043

Dopo l’installazione ed il riavvio del PC tutto dovrebbe funzionare correttamente

Old School vs New School

Alcuni di noi molto probabilmente ricordano i primi videogame che si trovavano nei bar negli anni ’90 e che adesso sono caduti nel dimenticatoio lasciando spazio a PC e console (per non parlare degli smartphone).
Tuttavia c’è chi si è chiesto come andrebbe a finire una sfida tra personaggi dei vecchi videogiochi e e quelli dei nuovi.
Da qui il titolo: Old School vs New School
Nel video di seguito potete divertirvi qualche minuto e vedere come va a finire :-)

Per chi ne avesse nostalgia inoltre è possibile giocare sul proprio PC con questi giochi della Atari andando sul sito http://atari.com/arcade#!/arcade/atari-promo con internet explorer.

APP-V: Error Code: XXXXXX-XXXXXXOE-00002015

L’errore completo che appare è il seguente:
Error: The SoftGrid Client Could Not Launch the Application You Requested.
You Are Not Authorized to Perform the Requested Operation.
You Must Have Add Applications Permission.
Error Code: XXXXXX-XXXXXXOE-00002015

Per risolvere il problema seguite i seguenti passaggi:

  1. aprire il cliente SPP-V. Solitamente nei sistemi x86 il percorso è C:\Program Files\Microsoft Application Virtualization Client\SftCMC.msc
  2. Nella colonna di sinistra pulsante destro sulla root dell’albero Application Virtualization (Local) quindi Properties
  3. Selezionare il tab Permission
  4. Mettere il flag su Add Applications
  5. Rilanciare l’applicazione e tutto dovrebbe funzionare correttamente.

Windows Server 2008 R2: cambiare versione della licenza

In-pace change/upgrade windows 2008 R2 edition

All’atto dell’installazione del sistema operativo uno dei primi passaggi è la scelta della versione da installate: standard, enterprise, datacenter.

Una volta fatta l’installazione è comunque possibile eseguire la modifica.
Per prima cosa verificare la versione attuale:

PS C:\> DISM /online /Get-CurrentEdition
Deployment Image Servicing and Management tool
 Version: 6.1.7600.16385
Image Version: 6.1.7600.16385
Current edition is:
Current Edition : ServerStandard
The operation completed successfully.

Continua a leggere

Active Directory: The attribute cannot be modified because it is owned by the system

Questo errore è fastidioso tanto quanto è raro vederlo ahimè!!!
Nel mio caso avevo la necessità di modificare manualmente tramite ADSI Edit un valore di AD.
Il tutto solitamente non crea particolari problemi se non nel caso di alcuni parametri che sono bloccati dal sistema/dominio.

In questo caso si ottiene il famigerato errore The attribute cannot be modified because it is owned by the system

La soluzione è la seguente:

  1. aprite il tool LDP.exe sul DC che detiene il ruolo FSMO di Schema Master facendo attenzione ad utilizzare un account con i privilegi di schema admin
  2. eseguite il connect e poi il bind sempre ad DC schema master
  3. dal menu Browse scegliere Modify
  4. nella finestra che appare lasciate il campo DN vuoto e in quello attribute inserite schemaUpgradeInProgress con valore 1
  5. eseguite la modifica
  6. riaprite ADSI Edit e il campo è editabile!

Attenzione che una volta finite le modifiche dovete riportare il valore a 0
Nel caso abbiate una struttura AD complessa potrebbe essere necessario attendere il tempo di replica tra dc se volete utilizzare ADSI Edit su un altro DC.